Fabbro a Milano e Provincia.Intervento H.24 immediato in caso di emergenza, economico e professionale.

Tag: sicurezza

News

Mettere in sicurezza la tua casa

Potresti sentirti sicuro all’interno della tua casa, ma le statistiche sui furti possono stupire.
Anche nei quartieri sicuri, è importante conoscere le misure necessarie per garantire la tua sicurezza. Prendi questi consigli supplementari come vademecum affinchè la tua casa possa essere sicura da potenziali intrusi.
Questo articolo è stato scritto da Giuseppe Terrusa titolare di Tecnoferro, fabbro professionale e con esperienza decennale.
Se avete altre domande contattateci e saremo lieti di aiutarvi.

PORTE ESTERNE
Le porte all’esterno della nostra casa sono i punti più importanti da assicurare.
Molti ladri trovano facilmente accesso a una casa attraverso una porta o una finestra non correttamente bloccata.
Assicurati di scegliere il grado più elevato di sicurezza per tutti i tuoi ingressi in casa.
Di solito l’opzione migliore è una serratura con cilindro Defender, sistema protegge la parte esterna del cilindro, ostacolando gli strumenti di effrazione (Trapani, Pinze, Tubo Innocente e Grimaldelli).
Questo sistema salda la serratura al blocco della porta, rendendo quasi impossibile lo scardinamento del cilindro, garantendo così la sicurezza, lasciandovi dormire sogni tranquilli.

ARMADIETTI, CASSEFORTI E ARMI
Assicurarsi sempre che i cassetti di deposito che contengono importanti carte, cassaforti e armadietti per la detenzione di armi siano dotati di serratura con un grado di sicurezza elevato.
Tecnoferro è specializzato nel montaggio e sostituzione di serrature ad elevata sicurezza e di casseforti.

Contattateci per avere informazioni mirate alle vostre esigenze

GARAGE
Un punto di accesso che spesso si sottovaluta è il garage. Usuale ubicazione di alcuni dei vostri investimenti costosi, come il vostro veicolo, le biciclette, gli attrezzi o altri oggetti ricreativi.
Uno dei metodi più efficaci a scongiurare l’effrazione è l’installazione di una campana di alta sicurezza. Ancorata saldamente al telaio dell’anta e non alla pannellatura, viene completata con l’installazione del rispettivo riscontro murato saldamente alla pavimentazione.
Ciò che dovrà fare l’utente ogni sera sarà con un semplice gesto l’aggancio della campana.

CANCELLI E PORTONI – Se si dispone di un recinto su un giardino, o anche solo di un accesso condominiale probabilmente avete un cancello che consente l’accesso a questa zona.
Installare serrature di ultima generazione sui cancelli come una misura supplementare garantisce un grado di sicurezza notevole. Innovativa soluzione da accostare all’uso dell’ elettropistone è l’uso di un sistema di controllo accessi che va dal semplice cilindro elettronico a batterie al più performante impianto cablato con lettore a muro, entrambi usano la tecnologia con lettura di prossimità, garantiscono il riconoscimento della chiave presentata e di conseguenza la sua disattivazione in caso di furto o smarrimento senza inficiare sulla sicurezza delle rimanenti chiavi.

News

Come aprire serrature europee e porte blindate

Manuale su come aprire serrature europee e porte blindate

Intrufolarsi nei nostri appartamenti sta’ diventando uno sport molto in voga tra i malviventi. Per molti anni siamo stati rassicurati dalla solida certezza di buone porte blindate a protezione di casa nostra.

Ma tanto quanto corre il mondo e l’evoluzione tecnologica, altrettanto stanno correndo i ladri con tecniche sempre più sofisticate ed efficaci per violare facilmente quasi qualsiasi porta.

Negli ultimi anni ci siamo messi al riparo con le famose serrature europee e seppur sono ancora tante le porte con serrature di vecchia generazione, oggi i topi di appartamento hanno cominciato ad aggredire anche le nuove serrature.

Le tecniche a disposizione sono tante, eccone alcune:

Strappo del defender e del cilindro: (con tenaglie o tubi Innocenti) ciò è facilmente attuabile su defender e cilindri di vecchia generazione o di scarso valore. Per contrastare questa tecnica chiedere ad un tecnico altamente qualificato l’installazione di defender conici, provvisti di vaschetta antishock e fissati con viti ad alta resistenza. Mentre i cilindri devono essere di altissimo livello provvisti di solida barra antispezzamento. In ultimo è importante che la serratura sia dotata di trappola, la quale in caso di attacco brutale blocca irreversibilmente la serratura. La stessa dovrà essere sbloccata da personale adeguatamente formato e preparato.

Apertura con destrezza mediante tecnica del bumping: tecnica di apertura grazie all’uso di chiavi appositamente modificate che picchiettate nel cilindro fanno rimbalzare i perni dello stesso consentendo in pochi secondi la rotazione della chiave senza lasciare traccia e danni. Questa tecnica si scongiura con l’installazione di cilindri resistenti a tale tecnica.

Fresatura del defender e sradicamento del rotore del cilindro: tecnica mirata al taglio o rottura della feritoia di passaggio della chiave nel defender e conseguente asportazione del rotore di comando del cilindro grazie a un estrattore denominato “campana”. Vale sempre lo stesso consiglio, ovvero: defender e cilindri di altissimo livello.

Foratura della porta: Seppur protetta da ottimi cilindri e altrettanto resistenti defender, una serratura può essere violata grazie ad un semplice foro appena fuori della zona protetta dal defender per arretrare facilmente le mandate. Fate montare serrature con trazione ad ingranaggi.

Forzatura della porta: Tecnica di mera forzatura della porta con leve, cacciaviti, cunei e il famigerato “piede di porco”. Questa tecnica poco usata ha attuazione facile su porte di basso valore, costruite con lamiere molto sottili e con pochi punti di chiusura (queste porte sono quasi sempre acquistabili presso centri commerciali e catene di bricolage e a dispetto di un discreto impatto estetico, per poter garantire concorrenziali prezzi di vendita vengono costruite con materiali poverissimi). Fate montare solo porte di alta qualità con certificazione da “classe 3” in su.

Sradicamento della porta: Vero e proprio abbattimento della porta grazie all’uso di martinetti idraulici e cric di sollevamento (quelli usati solitamente per sostituire le ruote delle automobili). Questi strumenti vengono posizionati contro il muro opposto alla porta e grazie all’ausilio di pali, con la spinta sviluppata dal cric la porta si abbatte cadendo al suolo senza produrre neanche troppo rumore. Assicuratevi che il posatore della porta usi tasselli meccanici e/o chimici di adeguato dimensionamento, ancor meglio se il controtelaio viene fissato con punzoni saldati. Se la porta viene posata in fase di ristrutturazione edilizia è altamente consigliato l’ancoraggio del controtelaio con reti metalliche da annegare nella parete di fissaggio.

Il consiglio principale che posso darvi è quello di fare installare solo prodotti di eccellenza da specialisti certificati.

Oggi i migliori professionisti della sicurezza sono certificati da ICIM, per ora unico ente accreditatore per il settore serrature e casseforti. Affidatevi a loro e dormirete sonni tranquilli.

Giuseppe Terrusa

Tecnoferro

 

Sicurezza

Casa svaligiata? Ecco come:

Digitando su Google la frase “come aprire una serratura senza chiavi” compaiono circa 230mila risultati, di cui 12.900 video. Se scriviamo la stessa frase in inglese i risultati sono 290 milioni (avete letto bene), di cui oltre 51 milioni i filmati. Nella maggior parte dei casi l’autore inizia la lezione spiegando che “lo scopo è puramente dimostrativo e nulla dovrà essere messo in pratica per fini illegali”; una precisazione tanto superflua per una brava persona, quanto ridicola per un eventuale malintenzionato.

In ogni caso la rete è il posto migliore per farsi una cultura su come diventare scassinatori e su come difendersi. Sappiate però da subito che la partita è assolutamente impari, e sappiate anche che secondo le statistiche in Italia avviene un furto in appartamento ogni due minuti. A questo si aggiungono i dati preoccupanti emersi dallo studio condotto da Confabitare (associazione proprietari immobiliari) sui primi sei mesi del 2013: rispetto allo stesso periodo del 2012 si registra un aumento dei furti in casa su base nazionale del 28 per cento, con Bologna in testa (il 30,3% in più), seguita da Milano (29%), Torino (26%), Roma (25%), Napoli (16%), e Bari (con “solo” il 13% di aumento).

 

grimaldelli sequestrati dai carabinieri

grimaldelli sequestrati dai carabinieri

Se ci sia un legame con i tanti tutorial apparsi in rete nessuno può dirlo con certezza.

“Su Internet c’è tanta finzione, spesso video con serrature facilitate – spiega Giuseppe Terrusa, titolare della Tecnoferro di Milano e socio della Ersi, unica associazione in Italia composta da operatori del settore delle serrature e delle riferme (sono circa 300 in totale) – I filmati per lo più servono a creare allarmismo tra le persone, che così si sentono vulnerabili e corrono a comprare una nuova serratura. Per carità, noi lavoriamo, ma la preoccupazione infondata non è mai un bene. Con i tutorial che ci sono in rete si può imparare a forzare una porta con una serratura di poco conto, non certo ad aprire una porta blindata di buona qualità. Ma, soprattutto, i ladri non hanno bisogno di guardare un video su Youtube per imparare. Hanno altri canali, altri insegnanti, fanno pratica in altri modi”.

Le batterie più forti dell’est Europa, per esempio, hanno appartamenti di

rimaldelli per serrature a doppia mappa

rimaldelli per serrature a doppia mappa

proprietà che usano come palestre per lo scasso. Luoghi dove i ragazzini imparano il mestiere “giocando” per mesi con le serrature fino a quando non le aprono. Una sorta di “cantera” per i topi di appartamento, che crescendo passano a tecniche sempre più raffinate e complesse. E allora si va a lezione dai professori (in particolare bulgari), professionisti che vengono ingaggiati per istruire le nuove leve. Più o meno come avviene con i chimici della droga, a cui le organizzazioni pagano viaggio, vitto e alloggio finché non hanno appreso tutti i trucchi.

“Bisogna capire una cosa molto importante – commenta Terrusa – le case non vengono svaligiate da persone spinte dalla crisi, la crisi non c’entra proprio niente. Chi ruba nelle case la sera va a ballare e ordina champagne. Non parliamo dell’operaio che ha perso il lavoro e si inventa ladro per necessità; esistono vere “aziende” dedite allo scasso. Gente preparata tecnicamente e in possesso di attrezzature. Non bast

a una forcina come nei film”.

Da qualche anno a Milano e in tutta Italia è arrivato il “grimaldello bulgaro”, una chiave con perni automodellanti che riescono a mappare la serratura di una porta blindata così da creare facilmente una copia e permettere al ladro di entrare senza lasciare tracce. Costano 3-500 euro, ma sul mercato nero si trovano anche a meno. “Si possono anche creare con un tornio e un po’ di manualità – spiega Terrusa – Altrimenti ci sono i canali dalla Cina, dalla Russia, dalla Germania. I ladri ne comprano vari modelli, tanto l’investimento è ripagato con mezza giornata di lavoro”.

La lotta tra serraturieri e scassinatori va avanti da 4mila anni, ovvero da quando è nata la chiave in Mesopotamia, come

Cilindro di Alta Sicurezza

Cilindro di Alta Sicurezza

dimostrato dagli scavi nel tempio di Sargon a Khorsabad. Finora i secondi hanno sempre avuto la meglio, e proprio per questo l’ALOA (Associated Locksmiths of America, l’associazione dei serraturieri americani) ogni anno organizza i campionati di scasso, riservati a esperti del settore che così testano la propria capacità e la resistenza dei nuovi prodotti. La competizione consiste nell’aprire tre serrature in 15 minuti utilizzando solo grimaldelli normali, per cui l’apertura avviene per manipolazione delle leve. Un’arte che parte dai magistri clavarii romani, passa da Houdini e arriva ai ladri di oggi (che però preferiscono sistemi più rapidi).

Confronto Defender

Confronto Defender

Ma come ci si può difendere? “La gente deve capire che una porta blindata non serve a niente senza una buona serratura – spiega l’esperto – Attualmente è molto diffusa la cosiddetta chiave europea, quella con i fori sui due lati, per intenderci. Si usa col cilindro europeo, una struttura che spunta dalla porta per un pezzo e che per questo, a mio parere, è molto vulnerabile. Non a caso per renderla più sicura si aggiunge il “defender”, una corazza di acciaio rinforzato che copre e protegge il cilindro. Non è inespugnabile, ma neppure apribile solo grazie a una guida su Youtube”.

Articolo di Salvatore Garzillo pubblicato sul quotidiano ‘Libero’

Giuseppe Terrusa

TECNOFERRO

  Fabbro Milano

Sicurezza

Portoni condominiali finalmente in sicurezza

Per proteggere le nostre case dall’intrusione indesiderata degli odiati topi d’appartamento dobbiamo necessariamente rimanere al passo con i tempi. Quasi tutti sanno che le serrature a doppia mappa non sono più adatte a difendere le porte blindate, pochi sanno però che anche i portoni condominiali grazie alle nuove tecnologie possono essere molto più sicuri di un tempo.

Attualmente il 90% dei portoni di entrata ai condomini sono facilmente forzati con semplici leve o cacciaviti inseriti tra battuta e anta, questa pratica è ormai all’ordine del giorno nelle grandi città. Un semplice e deciso gesto e i malintenzionati sono già all’interno del condominio pronti a scegliere la porta più facile da aprire….magari la vostra!! Anche la cattiva stagione contribuisce a favorire questi criminali, infatti tantissimi portoni già dall’autunno cominciano a non chiudere più fino a primavera inoltrata.

Elettropistone Opera

Tra le innovazioni che innalzano decisamente il livello di sicurezza degli accessi condominiali troviamo gli elettropistoni, che non sono altro che delle serrature facilmente intercambiabili con le serrature normalmente montate sulla maggior parte di portoni, che all’accostamento dell’anta al rispettivo riscontro rilasciano un pistone in acciaio che entra nel telaio della porta rendendo impossibile qualunque tentativo di forzatura o arretramento. Inoltre grazie alla mancanza di sporgenze quando la serratura è a riposo, essa facilità il lavoro della molla chiudiporta che non dovrà più vincere enormi attriti e chiuderà in sicurezza in tutte le stagioni.

Tra i vantaggi degli elettropistoni c’è la richiusura automatica del catenaccio. Infatti possedendo caratteristiche elettroniche può lavorare intelligentemente e richiudersi automaticamente nel caso venisse aperta senza poi spingere l’anta, dopo pochi secondi la serratura torna in modalità di chiusura rilasciando fuoriuscire il catenaccio.

Lettore murale

Cilindro GeoAltra innovativa soluzione da accostare all’uso dell’elettropistone è l’uso di un sistema di controllo accessi che va dal semplice cilindro elettronico a batterie al più performante impianto cablato con lettore a muro, entrambi usano la tecnologia con lettura di prossimità, garantiscono il riconoscimento della chiave presentata e di conseguenza la sua disattivazione in caso di furto o smarrimento senza inficiare sulla sicurezza delle rimanenti chiavi. Quante volte si smarriscono o vengono rubate le chiavi di casa e del palazzo. O si cambia la serratura e tutte le chiavi o si fa finta di niente e si spera che non le usi nessun malvivente.

Chiave elettronica

Meno costoso di quanto pensiate, con questo sistema si elimina dall’impianto a costo zero la chiave incriminata senza dover ricodificare le altre, ottimo anche in caso di sostituzione di custode o impresa di pulizie o il cambio di affittuari all’interno degli appartamenti.

 Ovviamente il tutto è alimentato in parallelo da batteria tampone per non rimanere mai fuori di casa.

Chiedeteci un preventivo gratuito.

Porte Blindate

Come mettere in sicurezza le porte blindate contro i ladri

Oggi la diffusissima serratura a doppia mappa (per intenderci quella con le chiavi con il gambo lungo) viene facilmente elusa in pochi istanti.

imageQuesto tipo di serratura molto diffusa in italia in produzione dagli anni sessanta ha ormai fatto la sua epoca, oggi viene infatti in pochissimi secondi aperta senza provocare rumore e lasciando la serratura addirittura funzionante, infatti i vecchi sistemi di effrazione adotatti negli anni dai ladri sono ormai superati, oggi i malintenzionati non agiscono più con trapani e piedi di porco ma con strumenti che riescono agevolmente a nascondere nelle loro tasche. Attenzione, tutte le marche di serratura sono a rischi.

 

Per scongiurare la nefasta visita dei ladri non c’è bisogno di cambiare la porta ma basta sostituire la serratura passando ai nuovi modelli con cilindro europeo e defender. L’operazione consiste nell’apertura della imagepannellatura, sostituzione dell’intera serratura, installazione cilindro di sicurezza e installazione di defender in acciaio carbonitrurato. Per garantire un maggior standard di sicurezza forniremo le chiavi e la tessera di proprietà in una busta sigillata.

Il nostro consiglio è quello di mettersi al riparo il prima possibile.

 

Giuseppe Terrusa

Tecnoferro

Fabbro

PROTEGGERE IL GARAGE IN MODO SICURO

Foro serrandaCome aprire la serranda di un box? Semplice! Basta fare un taglietto sulla sottilissima lamiera e tirare la levetta di sgancio sul lato interno della serratura. Ecco come vengono aperti ogni notte centinaia di box e garage. Ovviamente senza alcun rumore e causando un danno enorme alla serranda.

Alcune bande di malviventi agiscono in maniera quasi militare: forzano il cancello carraio entrano con un furgone (ovviamente rubato), forzano leggermente le feritoie di aerazione presenti sulle basculanti al fine di poter spiare muniti di torcia e scoprire se il contenuto del box è appetibile, praticano poi sulla lamiera, lateralmente alla serratura un taglio con un attrezzo manuale simile ad un apriscatole e agganciano la leva di sblocco Campanadella serratura, il gioco è fatto. Se sulla serranda è presente anche una serratura aggiuntiva, in genere viene praticato anche qui un foro per accedere dietro e smontarla, mentre a volte viene completamente asportata insieme alla lamiera che la sorregge.

Campana 1

 Tranquilli l’obbiettivo non è quasi mai la vostra automobile (a meno che non abbiate sprovvedutamente lasciato le chiavi inserite nel blocchetto d’accensione) né tanto meno i vecchi sci corredati di ragnatele. I ladri mirano generalmente a biciclette e ciclomotori. L’operazione è talmente semplice che viene praticata anche da malintenzionati meno agguerriti che si accontenteranno solo delle vostre provviste.

Alcuni improvvisati professionisti della sicurezza operano azioni di messa in sicurezza a dir poco approssimative. Attualmente uno dei metodi più efficaci a scongiurare l’effrazione è l’installazione di una campana di alta sicurezza. Ancorata saldamente al telaio dell’anta e non alla pannellatura, viene completata con l’installazione del rispettivo riscontro murato saldamente alla pavimentazione. Ciò che dovrà fare l’utente ogni sera sarà con un semplice gesto l’aggancio della campana.

Le campane installate dalla Tecnoferro sono costruite in un unico blocco tornito, in acciaio carbonitrurato, con protezione aggiuntiva della zona di inserimento chiavi,  corredate di serratura con cilindri di alta sicurezza e chiavi a crateri. Dimenticatevi la visita dei ladri.

Chiamaci per un preventivo gratuito.

Giuseppe Terrusa

Tecnoferro

0299767507

Porte Blindate

CILINDRO ELETTRONICO PER PORTE BLINDATE

imageIl crescere dei furti richiede una sempre maggiore attenzione nel contrastarli. Negli ultimi anni sono arrivati ad aiutarci anche presidi elettronici come i cilindri per controllo accessi che grazie agli ormai altissimi standard di sicurezza garantiscono un ottima protezione della porta di casa con un’altissima affidabilità.

Alla prima occasione di urgente sostituzione delle chiavi avrete recuperato l’investimento speso. Infatti in caso di perdita di chiavi consentono una immediata eliminazione della chiave (facilmente operata dal cliente) lasciando le restanti chiavi perfettamente funzionanti. Pensate al caso in cui allontanate una persona che aveva le chiavi di casa vostra e che non deve più accedervi, con un semplice gesto avrete inibito la chiave della persona in questione e sarete al contempo certi che nessuna duplicazione fraudolenta sia avvenuta in quanto le chiavi vergini vengono lette, cifrate e infine criptate solo dietro esclusiva presentazione della tessera di programmazione che terrete debitamente custodita.image

Tecnoferro installa cilindri Salto Systems sono costruiti con caratteristiche di altissima resistenza antieffrazione e certificati VDS (attualmente il più alto certificatore in Europa) impediscono sia l’apertura con destrezza ovvero manipolazione e intercettazione del codice di apertura grazie alla criptatura della trasmissione dati tra chiave e serratura, sia l’apertura forzosa grazie a una serie di spine in acciaio carbonitrurato che impediscono la foratura per intercettare i punti di sblocco dello stesso. Il cilindro elettronico non teme il distacco dell’alimentazione elettrica in quanto funziona autonomamente con batterie al litio con una durata di 50.000 aperture ovvero alcuni anni di uso assiduo da parte di una corposa famiglia. L’utente verrà debitamente avvisato con largo preavviso dello scaricarsi della batteria mediante segnalazione luminosa per poter procedere per tempo alla sostituzione.

I cilindri Geo garantiscono anche la sicurezza anti-infortunistica grazie al pomolo posto sul lato interno all’appartamento. Possono inoltre essere installati in esterni grazie alla protezione IP66. Disponibili in varie finiture per adattarsi ad ogni esigenza estetica.

Il miglior modo per assicurare la vostra porta. Il miglior modo per dormire sonni tranquilli.

Contattaci per informazioni

Tecnoferro Terrusa

02.99767507 – info@tecnoferromilano.it

www.milanofabbro.com

image

Fabbro

QUESTIONE DI FORTUNA

Ieri mi ha contattato un cliente per chiedermi una sostituzione urgente delle serrature di casa, in quanto gli era stato sottratto un borsello con tanto di documenti e chiavi di casa, mentre si trovava in villeggiatura in montagna.
Come mia prassi mi sono celermente recato sul posto per il rilievo della serratura. Una volta constatato marca e modello mi sono allontanato per prelevare dal furgone la serratura corrispondente, ma mentre uscivo dal portone dell’edificio mi ha fermato un ragazzo che vedendo la divisa di lavoro e l’automezzo ha giustamente intuito la mia professione. Mi ha chiesto se potevo dedicargli qualche minuto per visionare uno strano accaduto….mi ha portato davanti alla sua porta d’ingresso dove si trovava una chiave simile alla sua incastrata nella toppa, assicurandomi che qualche ora prima nel rientrare a casa l’aveva trovata li e che stava disperatamente cercando da ore un fabbro. Con alcune manovre ho estratto la chiave dalla sua sede e accostandola alla sua ho constatato una buona somiglianza tra loro.Ladro di chiavi
La chiave appena estratta e che mi sono premurato di prelevare, guardacaso è entrata perfettamente nella serratura del cliente che mi ha chiamato per primo e in perfetto sincronismo azionava le sue leve. Ho poi sostituito la serratura ridando serenità al cliente.
I ladri che hanno asportato il borsello del cliente in montagna, grazie alla presenza dei dati sui documenti si sono fiondati con una trasferta di oltre tre ore di viaggio, presso lo stabile del malcapitato e confidando  nella loro “buona sorte” hanno cominciato a provare la chiave in tutte le porte del condominio, finché in una serratura ha girato. – È fatta! – Hanno sicuramente pensato. – Ora gli svuotiamo casa! – Ma la chiave si blocca nella toppa senza andar più avanti ne indietro e ne tantomeno uscire.
La serratura aveva una combinazione simile ma non identica…
I ladri hanno desistito e hanno abbandonato il luogo del “delitto”, o quantomeno del tentato “delitto.”
Abbiamo cambiato comunque la serratura del cliente che voleva essere certo che nessuno avesse più possibilità di accedere a casa sua.
Questa volta è andata bene e il padrone di casa ha dovuto rifare documenti e chiavi di casa ma ha salvato l’intimità domestica.
Se perdete o vi sottraggono le chiavi di casa non esitate a sostituirle urgentemente. Potreste non essere così fortunati.
Giuseppe Terrusa
  TECNOFERRO
Sicurezza

BASTA UNA SERRATURA A PROTEGGERCI?

In tutti questi anni di lavoro, parlando con i clienti ho intuito che l’utenza identifica con il metallo un materiale molto resistente, del quale fidarsi ciecamente….

Purtroppo non è proprio cosi, esistono metalli molto diversi tra loro, più duttili o più resistenti, più elastici o più rigidi, economici o di alto pregio….ecc..

Spesso per motivi economici, quali costo delle materie prime o facilità di produzione vengono scelti materiali inadatti a resistere ai poderosi attacchi dei malintenzionati. Ci troviamo così a trovare sul mercato uno spettro di serrature molto vasto, da infimi prodotti di dozzinale fattura fino ad arrivare a precisi ed elaborati marchingegni di eccellenza ingegneristica. Capita però che improvvisati o disonesti “esperti di sicurezza” vendano e spaccino serrature, cilindri e defender di pessimo valore per eccellenti prodotti di alta sicurezza. Il cliente inconsapevole di questa enorme differenza tra i vari materiali e le tecniche di produzione si affida al “fabbro” e spera faccia il suo dovere e renda la sua casa più sicura. Ma forse ignara che buona parte dei cilindri si spezza come un biscotto, alcun defender vengono facilmente sradicati dalla porta o manomessi. Anche una buona serratura se mal installata risulterà molto facile da forzare.

A volte un elevato sfarfallio di prezzo tra due preventivi può essere causato dall’onestà o meno del professionista a cui ci si rivolge, altre volte però può essere dettato dalla differenza tra i prodotti proposti. Il mercato è saturo di immondizia venduta per oro.

Per poter stare tranquilli bisogna affidarsi ad esperti serraturieri qualificati. Il mio personale consiglio è quello di scegliere tecnici di alto profilo, se possibile iscritti a ERSI, che risulta al momento l’unica associazione di riferimento in Italia per la sicurezza, del quale può fregiarsi di appartenrci anche il sottoscritto.

Fatevi fare più preventivi (due o tre preventivi di aziende qualificate basteranno), confrontate i prodotti offerti e le competenze vantate, non lesinate sul prezzo (ve ne potreste pentire in futuro), ma non servirà neanche dover necessariamente comprare l’ultimo modello di ciilndro meccatronico.

× Come possiamo aiutarti?