Fabbro a Milano e Provincia.Intervento H.24 immediato in caso di emergenza, economico e professionale.

Tag: milano

News

Mettere in sicurezza la tua casa

Potresti sentirti sicuro all’interno della tua casa, ma le statistiche sui furti possono stupire.
Anche nei quartieri sicuri, è importante conoscere le misure necessarie per garantire la tua sicurezza. Prendi questi consigli supplementari come vademecum affinchè la tua casa possa essere sicura da potenziali intrusi.
Questo articolo è stato scritto da Giuseppe Terrusa titolare di Tecnoferro, fabbro professionale e con esperienza decennale.
Se avete altre domande contattateci e saremo lieti di aiutarvi.

PORTE ESTERNE
Le porte all’esterno della nostra casa sono i punti più importanti da assicurare.
Molti ladri trovano facilmente accesso a una casa attraverso una porta o una finestra non correttamente bloccata.
Assicurati di scegliere il grado più elevato di sicurezza per tutti i tuoi ingressi in casa.
Di solito l’opzione migliore è una serratura con cilindro Defender, sistema protegge la parte esterna del cilindro, ostacolando gli strumenti di effrazione (Trapani, Pinze, Tubo Innocente e Grimaldelli).
Questo sistema salda la serratura al blocco della porta, rendendo quasi impossibile lo scardinamento del cilindro, garantendo così la sicurezza, lasciandovi dormire sogni tranquilli.

ARMADIETTI, CASSEFORTI E ARMI
Assicurarsi sempre che i cassetti di deposito che contengono importanti carte, cassaforti e armadietti per la detenzione di armi siano dotati di serratura con un grado di sicurezza elevato.
Tecnoferro è specializzato nel montaggio e sostituzione di serrature ad elevata sicurezza e di casseforti.

Contattateci per avere informazioni mirate alle vostre esigenze

GARAGE
Un punto di accesso che spesso si sottovaluta è il garage. Usuale ubicazione di alcuni dei vostri investimenti costosi, come il vostro veicolo, le biciclette, gli attrezzi o altri oggetti ricreativi.
Uno dei metodi più efficaci a scongiurare l’effrazione è l’installazione di una campana di alta sicurezza. Ancorata saldamente al telaio dell’anta e non alla pannellatura, viene completata con l’installazione del rispettivo riscontro murato saldamente alla pavimentazione.
Ciò che dovrà fare l’utente ogni sera sarà con un semplice gesto l’aggancio della campana.

CANCELLI E PORTONI – Se si dispone di un recinto su un giardino, o anche solo di un accesso condominiale probabilmente avete un cancello che consente l’accesso a questa zona.
Installare serrature di ultima generazione sui cancelli come una misura supplementare garantisce un grado di sicurezza notevole. Innovativa soluzione da accostare all’uso dell’ elettropistone è l’uso di un sistema di controllo accessi che va dal semplice cilindro elettronico a batterie al più performante impianto cablato con lettore a muro, entrambi usano la tecnologia con lettura di prossimità, garantiscono il riconoscimento della chiave presentata e di conseguenza la sua disattivazione in caso di furto o smarrimento senza inficiare sulla sicurezza delle rimanenti chiavi.

News

Ti sposti in una nuova proprietà? Chiama un Fabbro!

Ti sposti in una nuova proprietà? Chiama un fabbro!

Quando ci si sta preparando al trasferimento in una nuova casa o in ufficio, ci sono molti fattori da considerare.
Tuttavia, c’è un primo passo molto importante da intraprendere per garantire che il nuovo spazio sia in sicurezza.

Perché chiamare un fabbro? Per riassumere, un tecnico esperto sarà in grado di aiutarti a assicurarti che le serrature siano sicure. È molto importante cambiare le serrature o ricodificarle per assicurarsi che funzionino correttamente e sopratutto che tu sia l unico ad averne le chiavi di accesso!

Che la tua nuova proprietà sia una casa, un appartamento, un condominio o un ufficio, esiste un proprietario precedente, e non puoi essere totalmente sicuro di chi ha una copia della chiave che apre le tue porte.
Soprattutto se è una proprietà che è stata affittata per anni, potrebbero esserci copie di chiavi in mano ad estranei.

Modifica delle serrature – Ricodifica

Se le tue serrature sono in buono stato, potrebbe essere sufficiente ricodificare le serrature senza dover cambiare totalmente l apparato. Questo ti permetterà di risparmiare denaro poiché l’intero blocco non deve essere rimosso e sostituito, ma piuttosto solo il cilindro interno che quindi richiederà l’utilizzo di una nuova chiave per aprire la serratura.

Prima di traslocare i mobili, oggetti di valore o appoggiare la testa sul cuscino per trascorrere la prima notte nella tua nuova casa, assicurati di essere al sicuro da potenziali instrusori.
Oltre a ricodificare le nuove serrature, un serraturiere professionale come lo staff di Tecnoferro può anche fare un analisi e verificare alcuni aspetti, quali:

– Se le porte si chiudono correttamente
– Ci sono segni di infrazione intorno alla serratura o altrove sulla porta?
–  Le serrature sono in buone condizioni?
– Le maniglie della porta sono correttamente fissate al telaio e sono intatte?
– Le finestre sono danneggiate?
– Le finestre si aprono e si chiudono saldamente?
– Valutare se sono necessarie ulteriori misure di sicurezza, ad esempio un bullone diritto o un blocco di sicurezza elevato.
– Valutare la necessità di una cassaforte per proteggere i propri valori o di un impianto antifurto.

Ti stai spostando in una nuova proprietà? Chiama un serraturiere a Milano, chiama Tecnoferro!
Contattare un serraturiere professionista qualificato  è il primo passo per rendere sicura la nuova casa!

News

APERTI AD AGOSTO!

TECNOFERRO informa tutti i clienti ed i visitatori che nel mese di Agosto l’assistenza ed i servizi si svolgeranno regolarmente e come di consueto 7 giorni su 7, h.24
Incombono le vacanze, ma la nostra mission è quella di garantire sempre e comunque la nostra presenza.

Per info ,assistenza ed emergenze chiamate il 333.23.56.908.

Sicurezza

VADEMECUM SULLA POSA DI CANCELLI DI SICUREZZA

È vero che un cancello ci protegge sempre dai ladri?

Dover fare installare dei cancelli di sicurezza presso le nostre abitazioni non è una scelta piacevole, sia per l’innegabile sensazione di limitazione della nostra libertà, sia per il costo che dovremo sostenere. Vediamo perciò di fare la scelta giusta seguendo alcune linee per non sbagliare. Partiamo dal presupposto che un cancello o una grata posizionato su un piano calpestabile come un terrazzo o un giardino risulta ovviamente molto più attaccabile di un manufatto a sbalzo e difficilmente accessibile come una finestra disposta su una facciata di un palazzo.

Possiamo individuare essenzialmente due categorie di cancelli commerciali:

Cancelli estensibili. Sono i cancelli più diffusi e vanno necessariamente suddivisi in due sottocategorie, ovvero quelli in lamiera pressopiegata e assemblata con rivetti e quelli in barre di acciaio unite con ribattini ad alta tenuta.

I primi hanno un costo molto contenuto e vengono scelti spesso per appunto questo motivo, ma vengono aperti con estrema facilità con svariate “tecniche” come l’inserimento di leve tra muro e telaio facendo fuoriuscire la tassellatura dal muro e richiudendo a fisarmonica il cancello su un lato, piegandoli forzatamente dal basso all’alto, tagliando le singole stecche che compongono la struttura oppure sradicando con una pinza il debolissimo cilindro.

I secondi risultano molto più resistenti alle sollecitazioni con un’ottima resistenza ai carichi e ai tentativi di sfondamento ridistribuendoli sull’intera struttura.

Cancelli artigianali realizzati su misura. Devono possedere necessariamente alcune caratteristiche per resistere agli attacchi dei malintenzionati.

Il diametro delle aste deve essere di adeguata grandezza perché il cancello possa appartenere ad una classe di certificazione di sicurezza, il diametro delle aste risulta fondamentale per le assicurazioni al fine della considerazione del premio da pagare contro i furti. Ad esempio un cancello certificato in classe 3 e accettato nei parametri imposti dalle compagnie di assicurazione deve avere delle aste di almeno 16 mm di diametro. I ladri sempre più spesso si muniscono di strumenti da scasso elettrici a batterie come il famigerato flessibile (in grado di tagliare le aste di ridotte dimensioni in pochi istanti, magari in pieno giorno, così da confondere il rumore prodotto tra i tanti altri rumori presenti nelle nostre città).

Il numero di intervalli e rinforzi tra un’asta e l’altra. Che deve impedire l’intrusione mediante l’allargamento delle aste stesse.

L’ancoraggio. Possibilmente con punzoni inseriti nel muro perpendicolarmente alla struttura, di elevata lunghezza e saldati al telaio. In alternativa vanno bene anche tasselli ad espansione, sempre di elevata lunghezza ed adeguato diametro, con inserti antismontaggio e possibilmente che risultino occultati a cancello chiuso. Mai fare fissare i cancelli con zancatura in facciata, in quanto risulta facilissimo lo sradicamento delle strutture dal muro.

La serratura. Assolutamente a tre punti di chiusura (alto, basso e centro) possibilmente con possibilità di inserimento della chiave solo dal lato interno dell’anta. A cilindro europeo (di alta sicurezza e non di scadente fattura), evitate serrature con tecnologie ormai sorpassate come quelle a doppia mappa e quelle a spillo. Se possibile fate installare al cilindro apposito defender di protezione.

I catenacci di chiusura delle ante semifisse. Devono essere di elevato diametro e di materiale robusto (mi capita di vedere su improbabili manufatti aste di basso diametro e di duttilissimo alluminio).

Antistrappo. Sono degli orpelli che servono a mantenere le ante del cancello al loro posto anche in caso di taglio delle cerniere o di tentativo di sradicamento dell’anta.

Verniciatura. La verniciatura non partecipa all’innalzamento del livello di sicurezza del cancello, ma una buona verniciatura insieme a un gradevole disegno dei decori renderà più accettabile il compromesso di doversi “barricare in casa”.

Oggi la tecnologia ci aiuta con le verniciature a polveri epossidiche, le quali se ben posate rendono la verniciatura gradevole e più duratura.

Ricordatevi che in questi anni l’installazione di cancelli di sicurezza è detraibile fiscalmente.

Giuseppe Terrusa

   Tecnoferro

Fabbro

Serratura con cilindro europeo e defender

Oggi per difenderci dall’intrusione di ladri nei nostri appartamenti è doveroso installare serrature provviste di cilindro europeo e defender, già statisticamente queste serrature disincentivano i ladri alla sola visione del defender, ma come si può notare dalla figura 1 talvolta malintenzionati fin troppo ottimisti tentano di aggredire la porta con scarsi risultati. Qui possiamo notare che il ladro ha scardinato la pannellatura (estetica) in legno, è poi passato al defender staccando la copertura (sempre estetica) e riuscendo a rompere il rotore di inserimento chiave (tra l’altro gli ultimi modelli da noi installati alloggiano un rotore anti-rottura), non riuscendo a procedere su quella strada il malintenzionato ha tentato poi di aggredire la porta alla “vecchia maniera” forzando con leve e “piede di porco”, inconsapevole che una buona porta blindata resisterà anche a questo attacco. Risultato? Il ladro ha desistito.

A questo punto mi permetterei di consigliare a chiunque voglia far installare una serratura di sicurezza i seguenti due punti importantissimi:

CILINDRO DI ALTA SICUREZZA anti: manipolazione, rottura, foratura, strappo e con duplicazione delle chiavi controllata da tessera. Oggi molte case di produzione di serrature (anche le più scadenti) hanno fiutato il business del cilindro di sicurezza producendo verosimili modelli che poi in realtà di sicuro hanno ben poco (facilmente manipolabili e con tessera di proprietà praticamente finta).  AFFIDATEVI SOLO AI MIGLIORI MODELLI DELLE MIGLIORI AZIENDE.

DEFENDER , installato contro la serratura e non appoggiato alla porta, di ultima generazione con forma conoidale (al fine di non consentire una facile presa di tubi e pinze), rotore in acciaio inox (sottoposto ad aggressione si deformerà ma non si romperà).

Domandate, chiedete, informatevi, affidatevi ad aziende serie.

 

 

× How can I help you?